Il gruppetto di giovani, aveva azionato la leva di emergenza della vettura provocando la reazione del conducente. Immediato l’assalto contro l’uomo, colpito da una forti di pugni al volto.

Hanno azionato la leva d’emergenza del bus per puro divertimento e quando l’autista si è alzato per ripristinare il sistema lo hanno accerchiato e picchiato. E ora è caccia alla baby gang. È successo ieri sera poco dopo le 23 quando un gruppo di ragazzi è salito a bordo di un bus della linea 46 a Campo de’Fiori.

L’aggressione invece è scattata in via di Boccea quando, all’altezza del civico 139, hanno azionato la leva costringendo l’autista a fermarsi. A quel punto è scattata la violenta aggressione con calci e pugni. Fino a quando l’uomo, romano di 52 anni, non è svenuto è il gruppetto si è dileguato.

Alcuni di loro sono poi scappati a bordo di un taxi. Un testimone avrebbe preso la targa; la polizia è risalita al tassista e ha ricostruito il punto in cui li aveva accompagnati. Poco dopo è stato così rintracciato in centro il 17enne, denunciato per lesioni e interruzione di pubblico servizio.

L’autista avrebbe raccontato di essere stato centrato al volto da alcuni pugni prima di cadere a terra. Poi, secondo alcuni testimoni, sarebbe stato colpito anche con calci. L’uomo, un 52enne,  è stato soccorso e trasportato al pronto soccorso del policlinico Gemelli dove i medici lo hanno sottoposto a un intervento chirurgico al setto nasale.

La prognosi è di circa 30 giorni. I poliziotti, stanno costantemente indagando per risalire all’identita degli altri aggressori.