Una notizia davvero interessante. La normativa è stata introdotta dal decreto Rilancio e chiarita dall’Inps. ATTENZIONE: Sarà valida solamente durante l’emergenza SarsCovid-19.

Il bonus baby sitter, può venire canonicamente chiamato anche “bonus nonni”. dato che secondo le stime dell’Istat i bambini di cui entrambi genitori lavorano, vengono lasciati ai nonni in oltre il 60 % dei casi. N.B. il bonus non è valido se il parente o altri vivono nella stessa abitazione.

Chi può usufruire del bonus :

  • Tutte le famiglie con figli di età minore a 12. Se il proprio figlio presenta disabilità, in questo caso il limite di età non sussiste.
  • Il beneficio ti spetta a condizione che nel proprio nucleo familiare non ci sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di cessazione o sospensione dell’attività lavorativa. (Ad esempio, Naspi, indennità di mobilità, etc.) 
  • Il bonus è incompatibile con il congedo parentale o con il bonus asilo nido.

Come funziona e come ottenerlo:

  • Il voucher iniziale del bonus è di 600 euro. La quota massima di euro 1200, però, è solo per chi non lo ha ottenuto già ottenuto il bonus “Cura Italia”.
  • Per poter ottenere il bonus baby sitter si deve aprire una posizione Inps con PIN o attraverso un intermediario come utilizzatore di prestazioni di lavoro occasionale. Anche chi esercita da Baby Sitter, come mansione lavorativa, si dovrà iscrivere. Per compilare la domanda si dovrà ovviamente essere in possesso delle proprie credenziali quali carta di identità, credenziale Spid ecc.
  • Se l’Inps darà risposta positiva, il genitore riceverà il voucher entro 15 giorni direttamente sul proprio Libretto di Famiglia. Maggiori info sul libretto famiglia al seguente link: (https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?itemdir=51098&lang=IT ).

Durata e validità:

Le famiglie possono registrarsi al portale Inps fra il 5 marzo 2020 e il 31 luglio del 2020.
Ottenuto il bonus, il «genitore beneficiario», come si legge nella circolare dell’Inps, «dovrà procedere all’appropriazione telematica del bonus per l’acquisto dei servizi di baby-sitting, entro e non oltre 15 giorni solari dalla ricevuta comunicazione di accoglimento della domanda» (ovvero, tramite sms, e-mail o Pec) . In parole povere, se il genitore non accede al proprio portafoglio elettronico e dispone il pagamento alla baby sitter entro quindici giorni dall’inoltranza della richiesta, il bonus è CANCELLATO.

Seguimi anche su twitter: https://twitter.com/ForumOpinions