Crea sito

Categoria: POLITICA Page 1 of 4

Primo giorno di scuola: non per tutti, ma va bene così

Articolo in Evidenza

Oggi è stato ufficialmente il primo giorno di scuola. Dopo gli investimenti nelle opere di edilizia scolastica e nei banchi, il Ministero ha riportato oltre 5 milioni di studenti in aula.

Al via le lezioni per 5 milioni e mezzo di studenti. Si è trattato di un primo giorno di scuola speciale. Dopo mesi di vacanze e mesi di DAD,per il coronavirus,numerosi studenti si ritrovano in presenza ad affrontare le lezioni. L’andamento della situazione scolastica sarà una grande prova per il governo che per mesi si è preparato ad affrontare la situazione.

Primo giorno di scuola, non per tutti: criticità

Oggi hanno ripreso le lezioni in 12 regioni. Nelle restanti, le lezioni avranno inizio tra un po’ di giorni (anche a causa delle elezioni). Uno dei principali problemi che le scuole affronteranno è quello della mancanza di banchi e spazi. -Sono 2,4 milioni, i banchi commissionati dal Ministero. 2 milioni sono monoposto, 400.000 sono invece quelli con le rotelle- ha replicato la ministra ieri sera da Barbara D’Urso. I banchi che non sono ancora arrivati, dovrebbero arrivare entro i primi di ottobre. Inoltre, sarebbero più di 50.000 le cattedre scoperte.

Misure precauzionali:

Il Ministero ha emanato le linee giuda generali. Si mantiene il distanziamento di un metro tra i banchi, si indossa la mascherini nei corridoi. In caso non ci fosse il metro di distanza tra i banchi, la si indossa anche durante la lezione.

Qui l’immagine con le linee guida dettagliate:

Ritorno a scuola, le linee guide del ministero - Foto Tgcom24
Fonte immagine: TG mediaset

Riapertura delle scuole in sintesi: I PRO e i CONTRO

PRO:

  • Assunzioni a tempo indeterminato di docenti e personale ATA per 50.000 cattedre.
  • 2,9 miliardi di euro per la riapertura: Il più grande investimento d’Europa nelle scuole.
  • Conferiti poteri straordinari ai Sindaci e presidenti di provincia nel campo scolastico.
  • Stanziati 330 milioni di euro per l’edilizia scolastica, distribuiti in 6.000 mila enti.
  • Con il decreto legislativo “Agosto” (decreto legge 104/2020) sono stati stanziati 100 milioni di euro per il noleggio di strutture temporanee per svolgere le lezioni.

CONTRO:

  • Mancano quasi 80.000 cattedre
  • Una piccola parte di insegnanti ha chiesto l’esonero
  • Non tutti i banchi sono arrivati entro il 12 settembre. Alcuni arriveranno ad inizio ottobre
  • In Campania scuole posticipate di 10 giorni per la mancanza di banchi
  • Alcuni dei banchi arrivati (per esempio a Roma) non rientrano nel bando lanciato dal commissario Arcuri.
  • Problemi nella gestione degli spazi

Candidato si definisce antisemita, naziskin e omofobo, è bufera

Articolo in Evidenza

-Candidato si definisce antisemita, naziskin e omofobo: Sotto le elezioni, il candidato Sindaco di Fondi ha fatto delle esternazioni shock, richiamando odio e razzismo-

Si tratta di Cristian D’Adamo, candidato per la città di Fondi in provincia di Latina.

Elezioni comunali:

Nella provincia di Latina sono solamente due i comuni che andranno al voto il 20 e 21 Settembre: Fondi e Terracina. Fondi, dopo la positiva esperienza decennale del sindaco De Meo, i candidati pronti a succedergli sono sei, sostenuti da 16 tra forze politiche e liste civiche. Il sindaco facente funzione, il medico di base Beniamino Maschietto, è sostenuto da un autentico esercito: i 136 candidati, cui si sono aggiunti tutti gli assessori in carica.

Il comportamento razzista e antisemita di Cristian D’Adamo:

Cristian D’Adamo, con la maglia del duce

A Fondi, alla vigilia delle elezioni, Cristian D’Adamo avrebbe pubblicato questa foto. L’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) ha chiesto le immediate dimissioni del candidato Cristian d’Adamo, lista Mastrobattista sindaco. D’Adamo sulla sua biografia Facebook si definisce naziskin, omofobo, xenofobo, antidemocratico, anticostituzionale, anticomunista e antisemita e pubblica foto che non lasciano spazio a interpretazioni.

«Come se non fosse abbastanza, dichiara l’Anpi, il candidato ha condiviso immagini e battute a tema razzista ed antisemita. A questo punto chiediamo a Mastrobattista di prendere una posizione netta ed in linea con la sua formazione politica. Chiediamo inoltre, l’immediata espulsione del candidato in questione, in quanto totalmente incompatibile a livello ideologico e morale con la carica per cui compete».

La risposta del candidato Sindaco:

Gli esponenti del suo partito si sono schierati contrari a qualunque forma di odio. Il candidato Sindaco, in particolare, ha preso le distanze dagli estremisti. «Siamo contrari – ha detto – a qualsiasi atto che vada contro ai principi della Costituzione, coniata su specifici valori». Nonostante ciò, però, il candidato non è ancora stato espulso. Attendiamo.

Segui il canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCKkqfVXXgLsChe6-TWQwA9A?view_as=subscriber

Segui la pagina Twitter: https://twitter.com/ForumOpinions

Focolaio al Billionaire: Il gestore Attaccava le misure di restrizione

Articolo in Evidenza

Focolaio: Sono 52 i positivi. Il locale aveva contestato le misure adottate dal Governo Conte II

Continuano un po’ ovunque a salire i casi di contagio da Coronavirus. Sono stati diversi i focolai scoppiati. Uno di questi al Bilionaire. In particolare  il locale di Porto Cervo di proprietà di Flavio Briatore. Secondo i tamponi effettuati, come riporta il quotidiano L’Unione Sarda, nella tarda serata di ieri è arrivato l’esito dei tamponi effettuati dall’Ats nei giorni scorsi: Gli infetti, sono 52. Soprattutto fra il personale.

I positivi, dopo il 17 Agosto, erano 6. Successivamente il numero dei contagi è salito a 11 e 50 persone del personale e non, si erano messe in auto-isolamento.

Lamentele contro il governo e “karma” ?

L’imprenditore Flavio Briatore, si è da subito schierato contro il governo e, soprattutto, contro le misure di restrizione adottate. “Il divertimento estivo non ha provocato tutti questi danni“, diceva una settimana fa. In un’ intervista riportata su Adnkronos, il gestore dichiarava che a Roma il Governo cercasse solamente un “capro espiatorio simbolico” e che lo avevano trovato nelle discoteche. “Per come la vedono loro, sembra che il virus si aggiri solo di notte”, continua. Infine termina con: “A questo punto speriamo arrivi una Troika e ci levi di mezzo questo governo perché sicuramente andrà solo peggio”.

Dopo aver tuonato contro il governo ha, inoltre, attaccato anche il Primo cittadino del suo comune (Arzachena). Lo ha definito come “un altro grillino contro il lavoro“.

Il Sindaco di Arzachena ha così stoccato l’imprenditore: “È finito il tempo delle polemiche, grazie a tutti coloro che mi hanno mostrato solidarietà e sostegno. Ora, badiamo agli argomenti seri. Ci sono nuovi contagi e dobbiamo ancora di più stare attenti e vigilare. È possibile fare turismo in questa situazione, ma nel rispetto delle regole e del prossimo.”

Dopo le numerosissime polemiche anche il gestore è risultato positivo. In questo momento è ricoverato nel reparto Malattie infettive dell’Aou di Sassari. L’uomo accusa gravi sintomi della malattia, è sotto osservazione dei vari specialisti ed è sottoposto ad alti flussi di ossigeno. Sono ancora in corso, invece, i tamponi per i 150 dipendenti del camping Isuledda di Cannigione, dove quattro ospiti sono risultati positivi.

Segui la pagina twitter: https://twitter.com/ForumOpinions.

Crisi per l’affitto: Colpita 1 famiglia su 4

Articolo in Evidenza

Crisi per l’affitto: Il periodo di lockdown non ha portato solo problemi sanitari ma anche problemi economici. 1 famiglia su 4 ha ritardato nel pagamento

La crisi mondiale del Coronavirus ha particolarmente influito in tre ambiti. Sicuramente quello sanitario, quello ambientale e quello economico-sociale. Basti pensare all’incremento dei rifiuti abbandonati: mascherine, guanti e altri dispositivi di protezione individuale (DPI) potrebbero finire nei mari.

Per questo si è pensato ad un metodo per trasformare i rifiuti in biocarburante (approfondisci: https://www.futurepaper.it/rifiuti-covid-19/).

Ritorno economico delle famiglie in difficoltà:

Sarebbe da definire una vera e propria “Crisi per l’affitto”. L’emergenza ha messo a dura prova tutte le famiglie, non solo in Italia, ma in tutto il Mondo. Addirittura, 1 famiglia su 4 ha avuto ritardi nel pagamento degli affitti e nei prossimi mesi ben il 40% delle famiglie che vivono in affitto si ritiene avrà difficoltà a pagare il canone.

Visti i disagi che il Covid 19 ha causato, al fine di andare incontro alle famiglie, il Governo ha attuato alcune riforme.

TUTELA DEI LAVORATORI E CONCILIAZIONE LAVORO FAMIGLIA:

Da http://www.governo.it/it/dl-rilancio.

Nel Decreto Rilancio, il Governo ha previsto alcuni agevolamenti per tutte le famiglie maggiormente colpite dalla crisi. In particolare, gli art. 75, 78, 84, 85, 98 forniscono una indennità di sostegno al reddito.

Cosa hanno fornito (in breve):

  • Liberi professionisti e collaboratori coordinati continuativi (co.co.co): Si tratta di un indennità di 600 euro ai liberi professionisti e ai collaboratori coordinati continuativi (co.co.co). Questo è avvenuto sia per Marzo che per Aprile.
  • Liberi professionisti iscritti alla gestione separata INPS: Ai liberi professionisti titolari di partita IVA e iscritti alla gestione separata INPS, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, sono stati erogati 1000 euro. Questo nel caso in cui le perdite fossero state almeno del 33 % di reddito nel secondo bimestre.
  • Lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali AGO:Ai lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria (AGO) già beneficiari per il mese di marzo 2020 dell’indennità pari a 600 euro, è stata erogata la medesima cifra anche per Aprile.
  • Lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali: Ai lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali già beneficiari per il mese di marzo 2020 dell’indennità pari a 600, la stessa è stata erogata per Aprile. A Maggio, invece, sono stati erogati 1000 euro.
  • Lavoratori del settore agricolo: Ai lavoratori del settore agricolo già beneficiari per il mese di marzo dell’indennità pari a 600 euro, è erogata per il mese di aprile 2020 un’indennità di importo pari a 500 euro.

N.B: L’articolo è generale. Per vedere tutte le informazioni nel dettaglio, clicca il link di sopra.

Segui la pagina twitter: https://twitter.com/ForumOpinions

Perché la Spagna è in cima alla classifica dei contagi ?

Articolo in Evidenza

Perché la Spagna è in cima alla classifica dei contagi da Coronavirus ? Secondo gli esperti, la situazione è anomala e preoccupante

Le prospettive un po’ per tutti i paesi europei, non sembrano buone. Sopratutto con il rientro dalle vacanze per chi le ha passate fuori dal proprio Stato. Con l’ hashtag #unaestrategiaintegral , una trentina di esperti in settori multidisciplinari come la salute, la virologia, l’economia o l’evoluzione, tra gli altri, sostengono una visione olistica, globale, preventiva, complementare alle azioni intraprese e, soprattutto, globale .

La situazione:

In tutta Europa si sta assistendo ad un incremento delle positività. Secondo l’articolo su The Conversation, l’Italia è il paese che vanta la miglior gestione dell’emergenza. L’ultimo bollettino, infatti, mostra che in Italia i nuovi casi di contagio sono 947 e 9 invece i deceduti.

Secondo gli esperti spagnoli, l’Italia potrebbe essere un esempio da seguire.

<< Le cause non sono chiare. Se escludiamo che i suoi cittadini, i suoi giovani, siano più responsabili che nel resto dell’UE, un aumento del numero di screening CRP randomizzati e mirati, il rafforzamento della salute o forse il fatto che rimangano in stato di emergenza fino a il prossimo 15 ottobre – qualcosa di simile al “comando unico” stabilito in Spagna il 14 marzo e che abbiamo smantellato a maggio – potrebbe indicare la via da seguire >>.

Contagi:

Secondo le ultime rivelazioni della Johns Hopkins University, che risalgono al 14 Agosto, la Germania avrebbe segnalato 7.000 casi. anche in Francia si sarebbero segnalati molti casi, circa 13.000. In Spagna, però, nello stesso periodo di tempo l’istituto avrebbe registrato poco più di 27.000 casi.

Situazione preoccupante:

La maggior parte dei casi in Spagna, secondo gli esperti, si sarebbe registrata nei più giovani. L’età media è infatti di 35 anni. Il Ministero della Salute ha definito 11 nuove misure restrittive che si traducono nella necessità di allontanamento sociale – fondamentale, anche se a scapito di parte del tessuto imprenditoriale – controllo del rispetto delle misure di tutela nelle aziende e azioni urgenti nel rafforzare l’assistenza primaria, assumere tracker ben addestrati e altre misure su cui abbiamo già influenzato.

Casi Coronavirus nei principali stati dell’UE. Si riferiscono all’intera settimana. Fonte: https://who.maps.arcgis.com/apps/opsdashboard/index.html#/ead3c6475654481ca51c248d52ab9c61

Segui la pagina twitter: https://twitter.com/ForumOpinions

Sondaggi elettorali: In Puglia corsa al fotofinish

Articolo in Evidenza

-Sondaggi elettorali: Il 20 e 21 Settembre si terranno le elezioni regionali in 7 regioni. Si va al voto in Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana, Valle d’Aosta e Veneto-

Per quanto riguarda i sondaggi elettorali nazionali, continua il continuo calo della Lega stima il partito al 23,1 %. La lega rimane comunque prima, ma perde un punto percentuale. In calo anche il Partito Democratico che passa dal 20,4 % di Giugno al 19,6 %. In crescita il M5S e in forte crescita il partito di Giorgia Meloni. I grillini sembrano al momento uscire dalla “crisi nera”, portandosi al 18,9% (+0,9 % rispetto a Giugno). Molto marcata è la crescita di Fratelli d’Italia che, secodo Ipsos, si porta addirittura al 18 % (+1,7 %). Seguono FI al 6,9 %, Azione ed Italia Viva. Entrambe al 2,5/2,8 %.

Fonte dati, Ipsos: https://www.termometropolitico.it/1569714_sondaggi-elettorali-ipsos-fratelli-ditalia-al-18-lega-a-soli-5-punti.html

Sondaggi politici regionali:

In Veneto, il governatore uscente Zaia sembrerebbe altamente favorito. Il sondaggio è di Affari Italiani e risale a ieri. La sola lista del governatore è data al 36-38 %. Alessandra Moretti del PD è data al 12 % ed Enrico Cappelletti del 5 stelle al 7-8 %.

In Liguria, il governatore Toti è dato al 57 % contro il candidato Sansa del Pd-5stelle dato al 40 % .

In Toscana, Giani del Csx si presenta con il 46,5 % delle preferenze contro la candidata Ceccardi del Cdx data al 40,5 %. Irene Giletti del Movimento 5 Stelle è data attualmente all’8 %.

Nelle Marche è partita aperta. Sorprendente il trionfo della presidente di Fratelli d’Italia in una delle storiche regioni rosse. Il candidato di FdI Francesco Acquaioli è in vantaggio con il 48% sullo sfidante del centrosinistra Mangialardi che sfiora il 40% .

In Campania e in Puglia la situazione è differente:

In campania, sarebbe in vantaggio il governatore De Luca. Il sondaggio è stato fatto da Winpoll – Arcadia, e pubblicato su Money. Il 65,4 % degli intervistati ha affermato di voler votare De Luca. Nonostante ciò, la Campania è la regione in cui il M5S ha resistito di più. Infatti, come lista, il Movimento 5 Stelle sarebbe primo con il 21,7 %. Subito dopo il PD, con il 21,3 % e a seguire la Lega e Fratelli d’Italia con il 10,7 e 10,5 %. (fonte).

In Puglia, ci sarebbe una vera e propria corsa a 3. La presidenza sarebbe un traguardo con il fotofinish. A correre, sono Michele Emiliano (uscente) del PD, Antonella Laricchia del 5Stelle e Raffaele Fitto al momento di FdI. affaritaliani.it, ha realizzato da Lab2101 con rilevazioni effettuate tra il 9 e 14 luglio 2020. Sondaggio reso noto da affari italiani e commissionato da Lab2101.

In Puglia il Movimento sarebbe il primo partito con il 22,4 % dei consensi. In forte calo ( -4,3 %). Nonostante ciò, la fiducia nella candidata grillina è cresciuta a dismisura. Probabilmente, per la fermezza con cui ha rifiutato qualsiasi accordo con il PD. Se si parla di fiducia nei candidati, il primo posto lo prende la candidata del Movimento 5 Stelle con il 44,5%; a seguire Raffaele Fitto del centrodestra al 36,3%; molto vicino Scalfarotto al 36,0%; solo il 32,3% per Emiliano; chiude Conca al 29,2%. (qui i dettagli)

Segui la pagina twitter: https://twitter.com/ForumOpinions

Beirut: Scontri vicino al Parlamento

Articolo in Evidenza

-Dopo la terribile esplosione che ha causato almeno 137 morti e 5.000 feriti, l’esplosione diventa un caso politico-

Cosa è successo ?

L’esplosione a Beirut è stata di una portata colossale. Un’intera città è stata sommersa dai detriti e dalle polveri. I frammenti delle vetrate dei negozi si sono riversati nel cuore della città. hi si trovava nella zona ha raccontato di feriti coperti di sangue che a piedi ha cercato di raggiungere gli ospedali della città. Davanti al centro medico di Clémenceau, a decine, si sono ammassate diverse persone compresi bambini. Quasi tutte le vetrine dei quartieri di HamraBadaro e Hazmieh, nella parte orientale di Beirut, sono state distrutte, così come le finestre delle auto che sono state abbandonate per le strade con gli airbag gonfiati.

Il Libanese ha ricevuto sostegno da tutto il Mondo, Israele compreso. nostri pensieri e le nostre preghiere sono con il grande e resiliente popolo del Libano. Come sempre, l’Iran è pienamente preparato a fornire assistenza in qualunque modo sia necessario – scrive su Twitter il ministro degli Esteri iraniano, Javad Zarif – Sii forte, Libano”. Anche L’Italia è al fianco del Libano. Il Ministro degli Esteri e il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, sta monitorando la situazione dei connazionali con il Ministero della Difesa.

Novità:

A Beirut è stato arrestato il direttore del porto, nell’ambito dell’inchiesta sulla terrificante esplosione avvenuta martedì che ha provocato almeno 137 morti e 5.000 feriti. Hassan Qureitem è stato arrestato dalla polizia militare dell’esercito libanese dopo essere stato interrogato sotto la supervisione del procuratore che guida le indagini. Già pochi giorni fa erano stati 16 dipendenti. A questo si aggiunge lo scoppio di una rivolta. Alcuni manifestanti sono rimasti feriti durante le azioni della polizia. Sabato è prevista una grande manifestazione antigovernativa nel Paese dei Cedri, da anni in preda a una crisi economica senza precedenti.

Segui il canale twitter: https://twitter.com/ForumOpinions

Doppia preferenza di genere: Calderoli, dichiarazione shock

Articolo in Evidenza

In Senato, l’Onorevole Calderoli (lega) avrebbe condotto un intervento contrario alla doppia preferenza di genere: <<Penalizzerebbe le donne>>-

Dichiarazione shock dell’Onorevole Calderoli (lega) sulla doppia preferenza di genere. Durante il suo intervento ha affermato che ” danneggerebbe le donne”. Provando così ad abbattere l’importanza della legge Roberto Calderoli, nell’imbarazzo di tutti, continua il suo discorso. Aggiunge, “il maschio è più infedele della donna”, “si accoppia solitamente con 4-5 donne e come risultato si porta i voti”. “E le signore non vengono elette”,concluderebbe. La sua assurda teoria ha creato un sensibile imbarazzo a Palazzo Madama, nei suoi stessi collegi e nel Presidente di turno Ignazio La Russa. Il quale, lo ha ripetutamente invitato a concludere.

Parità di genere: da Vista

Segui il canale twitter: https://twitter.com/ForumOpinions

Taglio dei parlamentari: tutto quello che c’è da sapere

Articolo in Evidenza

– Il referendum sul taglio dei parlamentari, fortemente voluto dal M5S, prevede la riduzione delle poltrone alla Camera e al Senato-

Il referendum sul taglio dei parlamentari si sarebbe svolto a Marzo, precisamente il 29. Se non ci fosse stata la quarantena, i cittadini si sarebbero recati alle urne per il referendum. Il voto è stato posticipato al 20 e 21 Settembre.

Per cosa si voterà ?

A Settembre si voterà per il taglio di poltrone in entrambe le Camere. Ciò, porterebbe anche la modificazione degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione italiana (clicca qui per vedere la Costituzione) .Il taglio comporterà la riduzione dei seggi alla camera, passando così da 630 a 400 e da 300 a 215 al Senato. Il taglio complessivo ammonterebbe a 345 parlamentari, ovvero il 36, 5%. Tra i parlamentari ridotti, ci sarebbero anche quelli eletti all’estero (da 18 a 12).

Sondaggi e previsioni sul taglio:

Secondo i vari sondaggi sul referendum, il sì è in netto vantaggio. Da ancor prima che fosse approvato alla Camera. Secondo un sondaggio pubblicato su Repubblica e realizzato da Demopolis, 9 cittadini su 10 sarebbero favorevoli al taglio (86 %). La possibilità di tagliare le spese del Senato sono da anni una priorità per il cittadino. Un altro sondaggio, questa volta di Termometro politico, confermerebbe quanto affermano i sondaggi Demopolis. Secondo l’ultimo, infatti, l’81 % degli elettori voterebbe a favore mentre solo il 9 % sarebbe contrario. Bassissima l’indecisione che sfiora il 10 %.

Taglio dei parlamentari.Fonte immagine: Termometro Politico

Ora però bisogna aspettare la fine dell’emergenza Coronavirus. Il voto del referendum potrebbe trasformarsi in un giudizio sul governo e sul suo operato in questi mesi di crisi.

I profitti:

Il referendum sul testo di legge costituzionale approvato dal Parlamento ha raccolto le firme di 71 senatori, numero superiore al requisito previsto dall’art.138. Gli unici che hanno votato contro, sono stati FdI e il Gruppo delle autonomie. La riduzione dei costi della politica permetterebbe al governo di risparmiare circa 100 milioni di euro all’anno per un totale di 500 mln per legislatura.

Segui il canale twitter: https://twitter.com/ForumOpinions

Processo a Salvini, oggi si vota: cosa succederà.

Articolo in Evidenza

– Processo a Salvini: Durante il governo giallo-verde Salvini, allora ministro dell’Interno, rifiutò di permettere lo sbarco di una nave spagnola con a bordo 160 migranti. Sarebbe oggi accusato di “sequestro di persona” e “rifiuto di atti di ufficio“.-

Cosa è successo ?

Durante il governo giallo-verde, la vicenda Open Arms condizionò molto i rapporti fra governo ed Ong. Tra l’1 e il 20 Agosto del 2019, la nave rimase nelle acque con a bordo 160 migranti. Lo sbarco fu negato sia dall’Italia che da Malta. La nave rimase in attesa per 19 giorni, proprio durante la crisi di governo. Essendo stato negato l’accesso sia in Italia che a Malta, la nave si avvicinò a Lampedusa. Entrando così nelle acque italiane. entrando nelle acque territoriali italiane. A quel punto, per far sbarcare i profughi fu necessario un «blitz» a bordo del pm di Agrigento Luigi Patronaggio — lo stesso che ora chiede di processare Salvini — con due medici che constatarono la insostenibile situazione sanitaria. A quel punto sequestrò la nave, determinando di fatto la necessità di far scendere a terra i migranti. Subito dopo Patronaggio annunciò di voler indagare se c’erano state omissioni da parte di «pubblici ufficiali» (senza specificare quali) nel negare lo sbarco ai naufraghi.

In precedenza:

Non è, però, la prima volta che il Senato chiama a processo Salvini. A Marzo sempre del 2019 Palazzo Madama negò l’autorizzazione a procedere per il “caso Diciotti dell’estate del 2018”. Il predente governo votò contro l’autorizzazione a procedere.  Passò la linea che la scelta di non far sbarcare oltre 170 migranti tratti in salvo dalla nave militare italiana per circa una settimana era stata una scelta politica governativa e, come tale, non sindacabile e non un abuso di un ministro per ottenere un personale vantaggio politico.

Il voto al Senato:

Al via dalle 9:30 il dibattito in aula. Entrando al Senato Salvini ha dichiarato di appoggiare la:«Sono sereno, i senatori votino come credono- il mio problema sarà spiegare ai miei figli che il padre non è un delinquente-. Per il processo a Salvini è intervenuto anche Matteo Renzi, di Italia Viva. << Il leader di Italia viva ha spiegato che voterà a favore dell’autorizzazione a procedere contro Salvini, sottolineando come al tempo fu l’intero governo a sbagliare: « Noi dobbiamo rispondere alla domanda non se Salvini ha commesso reati o no, o se fosse accompagnato da altri membri del governo. A questo risponde la magistratura >>.

La decisione:

il Senato deciderà se processare o meno Salvini. Al momento c’è l’incognita di Italia Viva, anche se Renzi ha dichiarato che si esprimerà contro. Al momento il cdx è compatto. La relazione Gasparri contro l’autorizzazione a procedere ha bisogno di 160 voti e il centrodestra è a 135. L’ex ministo è accusato di aver abusato dei suoi poteri e violato le convenzioni internazionali. Un primo voto sulla vicenda c’era già stato a Maggio. Il leader leghista fu salvato proprio da Italia Viva che decise di astenersi.

Segui il canale twitter: https://twitter.com/ForumOpinions .

Page 1 of 4

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén