Il Global Warming, è un problema in solo aumento. Forse le unità politiche ad oggi fanno solamente finta di “credere” che il problema esista. L’ennesimo appello di Greta Thunberg:

“Siamo solo all’inizio di una estinzione di massa e tutto quello di cui siete capaci di parlare è il denaro e favole di un’eterna crescita economica”. Ad attaccare così i leader mondiali riuniti al summit dell’Onu sul clima, è la giovane attivista svedese Greta.
In un appassionato intervento, con gli occhi umidi e lucidi, la 16enne che ha mobilitato milioni di attivisti in tutto il mondo ha accusato i grandi leader di “non essere abbastanza maturi per dire come stanno le cose”. “Se sceglierete di deluderci, non vi perdoneremo mai”, ha aggiunto Greta fra gli applausi, parlando a nome delle giovani generazioni mondiali.

L’attivista 16enne ha poi successivamente incontrato la cancelliera tedesca Angela Merkel a margine del vertice. Lo ha annunciato il portavoce del governo di Berlino, Steffen Seibert, su Twitter, che ha anche postato una foto dell’incontro tra Merkel e la giovane attivista svedese.