Anche nel lontano marzo di nove anni fa accadde contro una pugliese. L’uomo secondo solo a Messi nella specialità delle punizioni, aveva una precisione dell’86% dal dischetto prima della paratona di Gabriel. Ed è il suo primo errore in giallorosso

Sky Calcio: Serie A TIM 7 partite su 10 ogni turnoScopri di più!

Anche Aleksandar Kolarov può sbagliare. La Roma vince grazie a Dzeko e lui ringrazia il bosniaco: l’errore dal dischetto al minuto numero 80 avrebbe potuto chiudere con anticipo la partita del Via del Mare, senza lasciare spazio a sofferenze (per la verità quasi inesistenti) nel finale. L’errore di Kolarov – uomo solitamente da record in positivo, è (quasi) una novità nel calcio italiano, visto che l’ultima volta che aveva sbagliato dagli undici metri risale addirittura al marzo del 2010, qualcosa come quasi tremila e cinquecento giorni fa. Al tempo, il serbo giocava nella Lazio, e anche quella volta l’errore arrivò contro una pugliese, il Bari (che vinse 2-0). Nel frattempo, di rigori Kolarov ne ha calciati diversi (lui che nella specialità delle punizioni è secondo solo a Messi negli ultimi tre anni), soprattutto in giallorosso. Cinque calciati e solo uno sbagliato nella Roma (l’ultimo, appunto). Uno su due con la Lazio. Dopo che aveva segnato – anche se mai da rigorista ufficiale – anche con le maglie di City e nazionale serba. Ora la precisione dell’86% nel campionato italiano è scesa. Un motivo in più per lui per tornare al gol dalla prossima occasione.