-Mobilità sostenibile: Un nuovo studio suggerirebbe l’installazione di cavi aerei al fine di garantire lo spostamento dei mezzi pesanti. Ciò inciderebbe positivamente sull’ambiente

Il nuovo studio riguardante la mobilità sostenibile è sicuramente molto innovativo. A proporlo, è il Governo britannico. I nuovi cavi favorirebbero l’alimentazione del nuovo modello di camion. Il finanziamento necessario all’implementazione del progetto ammonterebbe a circa 13,7 miliardi di sterline.

A quali miglioramenti si assisterebbe ?

Sicuramente, un trasporto elettrico consentirebbe il risparmio di energia. Inoltre, visti i lunghi tragitti, si eviterebbero anche le emissioni inquinanti. A studiarne la fattibilità è un nuovo rapporto (clicca qui) del Center for Sustainable Road Freight, finanziato dallo stesso Governo UK. Il documento suggerisce di installare lungo 7000 km di autostrade linee aeree di contatto connesse dalla rete nazionale; questi cavi si collegherebbero ai camion attraverso un pantografo, simile a quello sfruttato dai tram, alimentandone il motore elettrico e allo stesso tempo ricaricandone le batterie.

Autostrade elettriche:

Mobilità sostenibile: i vantaggi di un camion elettrico

Autocarri e furgoni elettrici sono già opzioni praticabili per le consegne a corto raggio nelle aree urbane che rappresentano circa un terzo del trasporto merci su gomma. Gli altri due terzi, ovvero i rappresentati dalle consegne a lungo raggio tramite camion, sono difficili da decarbonizzare a causa della portata e del peso.

Nonostante le innovazioni che il progetto porterà, ci sono ancora alcune cose da ridefinire.

Ad esempio, le batterie agli ioni di litio al momento non garantirebbero l’autonomia dei mezzi in tragitti molto lunghi. In questi casi, servirebbero pacchetti di batterie che non sarebbero sempre soluzioni sostenibili. A spiegarlo è stato David Cebon, professore di ingegneria meccanica all’Università di Cambridge e co- autore dello studio. << Un camion attrezzato per percorrere “autostrade elettriche” richiederebbe solo una batteria di dimensioni simili a quella di un’auto elettrica tradizionale>>.

Per quanto riguarda le tempistiche per testare il progetto, non ci sarebbero grandi problemi. Il metodo è già stato provato  in Germania, Svizzera e Stati Uniti dalla società di ingegneria Siemens. L’emergenza sanitaria che tutto il mondo sta vivendo ha creato problemi. Potrebbero volerci 2 anni per completare le prime autostrade. Sarebbe un grande passo per la mobilità sostenibile.

Segui la pagina twitter: https://twitter.com/ForumOpinions