Scuola: Molti insegnanti, stanno chiedendo l’esonero in queste ore. Si parla di un ammontare di circa 50.000 mila cattedre che potrebbero rimanere vuote

Non parte bene Settembre, il mese in cui tutti gli studenti mettono da parte le vacanze per prepararsi al rientro a scuola. In realtà, alcuni studenti hanno già fatto rientro ieri (per i corsi di recupero).

L’organizzazione interna delle scuole:

Ieri è stato ufficialmente il primo giorno della riapertura delle scuole. Si sono tenuti i primi incontri (anche online) per parlare della ripartenza del nuovo anno scolastico 2020/2021. Al via, inoltre, ci sono alcuni corsi di formazione per l’emergenza sanitaria. L’obiettivo è preparare i docenti ad affrontare l’eventuale insorgere di un caso covid all’interno dell’aula o dell’istituto.

I mezzi pubblici:

La capienza dei mezzi pubblici è sempre stato un grosso problema da affrontare. Per Andrea Gibelli,presidente dell’ Associazione trasporto pubblico servono anche altre misure come la rotazione degli orari di ingresso in ufficio e smart working. Secondo lui, inoltre, il governo non può riuscire a trovare oltre 31.000 conducenti in così poco tempo. Per Gibelli, la soluzione immediata sarebbe riportare la capienza dei bus al 75%. Oggi è circa al 50-60%. Ciò, però, comporterebbe la riduzione del distanziamento. L’intervista è riportata sul corriere:https://www.corriere.it/politica/20_agosto_29/governo-non-trovera20-mila-autobus-piuaumenti-capienza-e528aac8-e962-11ea-a9ca-79a6b2bfb572.shtml

Drastico calo delle cattedre:

Un altro problema molto importante è quello delle cattedre vuote. il principale obiettivo è far ripartire le lezioni con l’insegnate in cattedra. Secondo le anticipazioni degli uffici scolastici regionali raccolte dai sindacati la situazione è drammatica. In Campania mancano oltre quattrocento prof di italiano. in Puglia 250 di matematica. In Piemonte è stato riempito solo il 24 per cento delle 6mila cattedre. Nonostante l’ultime assunzioni da parte del Ministero dell’Istruzione, mancano ancora molte cattedre.

Ci sarebbero 753 mila supplenti pronti a salire in cattedra. Però, le graduatorie provinciali non lo permetterebbero entro quest’anno scolastico.

Segui la pagina twitter: https://twitter.com/ForumOpinions