– Il referendum sul taglio dei parlamentari, fortemente voluto dal M5S, prevede la riduzione delle poltrone alla Camera e al Senato-

Il referendum sul taglio dei parlamentari si sarebbe svolto a Marzo, precisamente il 29. Se non ci fosse stata la quarantena, i cittadini si sarebbero recati alle urne per il referendum. Il voto è stato posticipato al 20 e 21 Settembre.

Per cosa si voterà ?

A Settembre si voterà per il taglio di poltrone in entrambe le Camere. Ciò, porterebbe anche la modificazione degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione italiana (clicca qui per vedere la Costituzione) .Il taglio comporterà la riduzione dei seggi alla camera, passando così da 630 a 400 e da 300 a 215 al Senato. Il taglio complessivo ammonterebbe a 345 parlamentari, ovvero il 36, 5%. Tra i parlamentari ridotti, ci sarebbero anche quelli eletti all’estero (da 18 a 12).

Sondaggi e previsioni sul taglio:

Secondo i vari sondaggi sul referendum, il sì è in netto vantaggio. Da ancor prima che fosse approvato alla Camera. Secondo un sondaggio pubblicato su Repubblica e realizzato da Demopolis, 9 cittadini su 10 sarebbero favorevoli al taglio (86 %). La possibilità di tagliare le spese del Senato sono da anni una priorità per il cittadino. Un altro sondaggio, questa volta di Termometro politico, confermerebbe quanto affermano i sondaggi Demopolis. Secondo l’ultimo, infatti, l’81 % degli elettori voterebbe a favore mentre solo il 9 % sarebbe contrario. Bassissima l’indecisione che sfiora il 10 %.

Taglio dei parlamentari.Fonte immagine: Termometro Politico

Ora però bisogna aspettare la fine dell’emergenza Coronavirus. Il voto del referendum potrebbe trasformarsi in un giudizio sul governo e sul suo operato in questi mesi di crisi.

I profitti:

Il referendum sul testo di legge costituzionale approvato dal Parlamento ha raccolto le firme di 71 senatori, numero superiore al requisito previsto dall’art.138. Gli unici che hanno votato contro, sono stati FdI e il Gruppo delle autonomie. La riduzione dei costi della politica permetterebbe al governo di risparmiare circa 100 milioni di euro all’anno per un totale di 500 mln per legislatura.

Segui il canale twitter: https://twitter.com/ForumOpinions