-Una vera e propria reliquia dell’Universo Primordiale è stata trovata ai bordi della Via Lattea, nella costellazione della Fenice-

costellazione della Fenice, fonte: Wikipedia

Nella costellazione della Fenice, gli scienziati hanno fatto un’interessante scoperta. Un ammasso globulare, ovvero un “flusso stellare” composto da una catena che si estende per formare una forma perlopiù sferica.

(Ammassi globulari su Wikipedia: clicca qui)

La scoperta:

La scoperta è stata fatta presso l’Osservatorio Lowell in Arizona. I flussi stellare sono generalmente simili fra di loro. Questa volta, però, gli studiosi hanno assistito a qualcosa mai vista prima.  la sua metallicità è di molto inferiore al valore limite minimo osservato. L’astronomo Kyler Kuehn dell’Osservatorio Lowell in Arizona, ha così commentato i risultati: “È quasi come trovare qualcuno con DNA che non corrisponda a nessun altro, vivo o morto“.

Ciò costituisce un particolare importante. Gli ammassi globulari osservati, generalmente, presentano una composizione chimica molto simile. I corpi celesti studiati al loro interno, infatti, sono arricchiti con elementi chimici “più pesanti” che sono più massicci dell’idrogeno e dell’elio.

Secondo gli esperti può rappresentare un sopravvissuto dall’Universo Primordiale:

Secondo gli scienziati, questo ammasso globulare sarebbe un esemplare dell’Universo Primordiale. Una possibile spiegazione è che il flusso rappresenti l’ultimo del suo genere, il residuo di una popolazione di ammassi globulari nati in ambienti radicalmente diversi da quelli che vediamo oggi“, sostiene l’astronomo Ting Li dei Carnegie Observatories. Al momento, questa è l’unica struttura di questo genere ad essere stata scoperta nell’intero Universo.

Studio completo: https://www.nature.com/articles/s41586-020-2483-6

Approfondimento: Universo Primordiale

Secondo le teorie oggi più accreditate, la storia dell’Universo ha inizio con il Big Bang. La teoria è stata supportata  dallo scienziato Georges Lemaître, successivamente supportata e sviluppata da George Gamow. La teoria del Big Bang può essere speigata così: “Secondo tale teoria l’universo, durante la sua nascita, da un punto di infinita densità si sarebbe espanso autogenerandosi”. Una prova a sostegno dell’Universo Primordiale è la radiazione cosmica di fondo (in questo articolo se ne parla).

Segui la pagina twitter: https://twitter.com/ForumOpinions